PER L’ABILITAZIONE ALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ PSICOTERAPEUTICA
RICONOSCIUTO CON D.M. DEL 30 MAGGIO 2002 (G.U. N. 141 DEL 18-06-2002)

DIRETTRICE: DOTT. ESTERINA PEDONE

Requisiti di ammissione

Il Corso di Specializzazione in Psicoterapia offre agli allievi una formazione scientifica, professionale e personale in psicoterapia sistemica familiare e relazionale, in grado di abilitare all’esercizio dell’attività psicoterapeutica ai Sensi dell’Art. 3 della legge 56/89.
Possono essere ammessi al corso esclusivamente i laureati in Medicina e Chirurgia e i laureati in Psicologia (Laurea Magistrale o Vecchio Ordinamento) iscritti agli Ordini Professionali di appartenenza. Possono altresì essere ammessi anche laureati in Medicina o Psicologia non ancora in possesso della abilitazione all’esercizio della professione, purché superino l’esame di abilitazione entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio dei corsi stessi e provvedano a richiedere l’iscrizione all’Albo di appartenenza nei trenta giorni successivi alla data di abilitazione.
Ai fini di garantire elevati standard di qualità formativa, il numero massimo di allievi è limitato a 12 per ciascuna annualità.

Colloquio di idoneità

Per essere ammessi al Corso di specializzazione occorre effettuare un colloquio di idoneità con la Direttrice e/o altro rappresentante dello staff didattico, previa prenotazione in Segreteria ed invio del curriculum vitae. Il colloquio è volto ad accertare le motivazioni ed attitudini legate al percorso formativo e professionalizzante in psicoterapia. Tale colloquio è gratuito. Al termine della procedura di selezione i candidati ammessi verranno contattati in base alla posizione in graduatoria.

Iscrizione e colloquio di idoneità

Strutturazione del Corso di Specializzazione

Il Corso di Specializzazione in Psicoterapia è strutturato in quattro anni, per un totale minimo complessivo di 2.000 ore di formazione come da indicazioni del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. L’attività didattica è suddivisa in
– training specifico (incontri settimanali suddivisi per annualità);
– seminari/workshop esperienziali e di approfondimento teorico (a classi congiunte a cadenza mensile);
– supervisione clinica di gruppo (3° e 4° anno).
La frequenza è obbligatoria (è ammesso il 20% delle assenze). In casai particolari (ssenze superiori al 20% della frequenza prevista), sono previsti dei piani di recupero personalizzati.
Ogni anno di corso ha inizio a gennaio e termina a dicembre. Le lezioni sono sospese a luglio ed agosto.
Nel primo biennio, le attività didattiche comprendono le lezioni di training specifico, che si svolgono un pomeriggio alla settimana, e i seminari di lezioni teoriche, che si svolgono un sabato al mese tutto il giorno. Sono previsti inoltre moduli formativi di lavoro in piccolo gruppo supervisionati dai didatti di riferimento.
Nel secondo biennio, alle attività didattiche dei primi due anni – lezioni di training specifico, seminari di lezioni teoriche e moduli formativi in piccolo gruppo – si aggiungono le supervisioni cliniche che hanno una frequenza mensile e si svolgono il venerdì pomeriggio o il sabato mattina.
Il tirocinio teorico-pratico, da svolgersi nelle sedi convenzionate, è di 100 ore al primo anno, 150 ore al secondo anno, 150 ore al terzo anno e 150 ore al quarto anno.

Sede e orari

Il training specifico e le supervisioni cliniche si svolgono presso la sede Naven. I seminari di lezioni teoriche si tengono in locali esterni, siti a Udine.
Le attività di tirocinio si svolgono, previa convenzione, nelle sedi prescelte dallo specializzando. Naven ha già attivato convenzioni con tutte le aziende sanitarie della regione e con altre strutture private convenzionate.

Didatti del training specifico e supervisori

Didatti del training specifico e supervisori

Le lezioni di training specifico, che si svolgono un pomeriggio alla settimana, sono condotte da un’équipe di didatti di riferimento.
Le supervisioni cliniche, che iniziano al terzo anno, sono condotte da tutti i didatti della Scuola. L’opportunità per lo specializzando di confrontarsi con modalità e stili differenti di conduzione della supervisione del caso clinico (guida nella concettualizzazione del caso, pianificazione dell’intervento, lettura delle dinamiche relazionali, ecc.) rappresenta un punto di forza nella metodologia didattica adottata a Naven. Lo specializzando può portare in supervisione casi clinici seguiti nell’ambito dell’attività di tirocinio o consulenze svolte nell’attività privata.

Docenti titolari di lezioni teoriche o seminari

Le lezioni teoriche o i seminari, che si svolgono mensilmente, sono affidate a docenti di comprovata e pluriennale esperienza professionale nell’area clinica, di dimostrate competenze didattiche e conoscenze scientifiche nel settore.
La programmazione annuale delle lezioni teoriche offre conoscenze relative alle seguenti aree scientifiche di interesse clinico: psicologia generale, psicopatologia e diagnostica clinica, psicologia dello sviluppo, psicoterapia relazionale e sistemica, psicoterapia ad orientamento cognitivo post-razionalista, psicoterapia secondo altri indirizzi, elementi di neuroscienze, elementi di teoria dell’attaccamento, psicoterapia con la coppia, psicoterapia dei comportamenti dipendenti, tecniche di psicoterapia centrate sul trauma, psicoterapia nei casi di maltrattamento e abuso.

Metodologia didattica

L’offerta formativa propone i modelli teorico-clinici alla base del modello integrato sviluppato a Naven. Tale modello inserisce all’interno dell’ottica sistemica i modelli teorico-clinici del Cognitivismo Post-Razionalista di Vittorio Guidano, della Neurobiologia Interpersonale di Daniel Siegel, della Teoria dell’Attaccamento di John Bowlby e dell’Elaborazione Adattiva dell’Informazione di Francine Shapiro su cui si fonda l’E.M.D.R. La metodologia didattica per l’insegnamento della pratica psicoterapeutica a Naven si caratterizza per l’impostazione molto pratica.

Nel primo anno di corso, lo specializzando si approccia alle tecniche psicoterapeutiche attraverso role-playing, l’osservazione e l’analisi di sedute di psicoterapia condotte da didatti o terapeuti esperti. A questo lavoro si affianca una sistematica riflessione a partire dal lavoro centrato sull’allievo di analisi e ridefinizione dei suoi temi di vita attraverso l’uso dell’autobiografia, del genogramma, delle fotografie e di altri strumenti di largo impiego nella fase anamnestica.
Dal secondo anno, i corsisti si sperimentano in prima persona nella pratica clinica conducendo – con la supervisione diretta dei didatti, dietro lo specchio unidirezionale – il processo psicoterapeutico di un caso individuale, di coppia o famigliare.

Il colloquio clinico è condotto direttamente dallo specializzando, che in questo modo fa un’esperienza reale di ciò che si realizza in un processo di terapia. La possibilità di sperimentarsi in prima persona avviene nella sicurezza di un setting di lavoro in cui i didatti – psicoterapeuti esperti – supervisionano il processo terapeutico e affiancano il corsista prima, durante e dopo il colloquio clinico. Un impostazione di tal genere della didattica, in cui si osservano o conducono in prima persona delle terapie durante gli anni di specializzazione, garantisce una formazione completa – pratica oltre che teorica – che qualifica Naven come Istituto di eccellenza.

Esami finali

Al termine di ogni anno di corso è previsto un esame intermedio di ammissione all’anno successivo, che consiste in un elaborato scritto su un argomento specifico.

Regolamento della scuola

Esame finale di specializzazione

Alla fine dei quattro anni di Corso, lo specializzando dovrà sostenere un esame finale, che consiste nella discussione di una tesi relativa al caso clinico seguito in supervisione diretta e ad un caso clinico portato in supervisione indiretta. L’ammissione all’esame è possibile a condizione che il candidato sia in regola con le ore di frequenza alle lezioni didattiche e al tirocinio, abbia assolto l’obbligo economico e a condizione che la Commissione Didattica abbia espresso un giudizio favorevole del percorso svolto.

Corsi e modalità di pagamento

Gli specializzandi del 3° e 4° anno sono invitati a svolgere il corso EMDR 1° livello e 2° livello condotto dai trainer dell’Associazione EMDR per l’Italia. A Naven lo specializzando può apprendere i fondamenti teorici del modello alla base dell’EMDR, familiarizzare con la concettualizzazione del caso secondo tale approccio, può osservare i didatti che utilizzano tale metodologia nel lavoro clinico (tutti i didatti sono Practitioner o Supervisori EMDR) e, una volta frequentato il corso di formazione, possono utilizzarlo nella clinica sotto la supervisione diretta dei didatti di riferimento.
Gli specializzandi che frequentano Naven possono partecipare al corso EMDR di 1° e 2° livello che, ormai da diversi anni, l’Associazione EMDR tiene a Udine o in una città vicina.

Corsi esterni

Il Corso di specializzazione in psicoterapia a Naven ha un costo di € 3.800 all’anno comprensivo di tutte le lezioni di training specifico e teoriche, nonché delle supervisioni dirette e indirette.
Tale quota comprende anche l’abbonamento annuale ad una rivista di settore tra quelle indicate dalla Scuola e l’assicurazione RC terzi e infortuni per lo svolgimento del tirocinio.
Non sono previste lezioni fuori Udine, la cui trasferta richiederebbe spese aggiuntive.
Un lavoro psicoterapeutico su di sé è consigliato, ma non è obbligatorio.
E’ esclusa dalla quota annuale di iscrizione, solo l’esame finale di specializzazione, che ha un costo di € 150.